stare-bene-salute-benessere

Stress? Sì, grazie

stare-bene-salute-benessere

Wow, che titolo!! Siamo abituati a dare significati poco edificanti alle parole. Pensiamo alla parola dieta. La maggior parte delle persone associa a questa parola il significato di rinuncia, sacrificio, temporaneo etc. Nell’antica Grecia, la dieta, era volta al modo di vivere salutare e prevedeva regole che disciplinavano ogni momento della quotidianità: alimentazione, movimento, riposo. Eh già, il riposo.

Quante ore riposiamo oggi? Ehi, ma non stavamo parlando di stress?. Ops, scusa, hai ragione, mi sono lasciato prendere la mano dalla parola dieta. A proposito di dieta, quando vado a pranzo con alcune persone e prendo una bella e ricca insalatona, mi dicono ma sei a dieta? Io rispondo “SEMPRE” e li guardo con un sorriso, magari sfidante. Ma torniamo allo stress, ho fatto l’esempio della dieta perché è un concetto più vicino a noi anche se distorto. Come lo stress: lo stress è vita. Senza stress non esisterebbe la vita. Lo stress per definizione è la risposta dell’organismo ad un evento esterno e la relativa capacità di adattamento. Questa risposta coinvolge corpo, mente, sistema endocrino e sistema immunologico.

Noi associamo la parola stress a quella condizione di malessere generalizzato, che spesso non sappiamo nemmeno descrivere: quello è il distress. La continua produzione di cortisolo nel distress, tra le varie conseguenze più immediate o a medio termine, inibisce la generazione di cellule NK che hanno lo straordinario compito di riconoscere ed eliminare cellule tumorali e virus. Lo stress quello buono, quello che ci fa aumentare le performance quotidiane si chiama eustress. Come stimolare l’eustress quotidianamente? Inibendo il distress. Essendo lo stress un automatismo del nostro organismo per sfruttare al massimo le potenzialità energetiche del primo, dobbiamo riconoscere e limitare il secondo. Vi presento l’eustress: l’eustress è quella condizione di picco massimo di energia che abbiamo ad esempio quando è giunto il momento di fare quella cosa che ci piace. Avete presente il bambino a Natale che deve scartare i regali. Bene in quel momento la sua energia, il suo desiderio di fare quella cosa provocano eustress, lo stress buono; immaginate che lo stesso bambino aspetti per troppo tempo di aprire i regali di Natale; ecco che la situazione gli fa produrre tanti di quei ormoni che diventano deleteri per l’organismo, quello è il distress.

Cosa ti suggerisco di fare:

  • Camminare all’aria aperta per almeno 30 minuti al giorno
  • Ridere. Spesso io guardo un comico (Brignano, Battista mi piacciono molto, tu scegli quello che più ti piace); la risata riduce i livelli di distress cronici, favorendo la risposta favorevole dell’eustress.
  • Fare una respirazione addominale profonda per 5 minuti al giorno.

Scrivi un commento